Skip to content

Quali sono i tipi di filtri disponibili ?

I primi strumenti di misurazione utilizzavano filtri analogici (elettronici), denominati anche "filtri 2CR". La sigla 2CR indica due condensatori e altrettante resistenze. Questi filtri elettronici, anche se ancora accettati e riconosciuti dagli standard internazionali, producono distorsioni di fase a causa della natura dei componenti elettronici utilizzati. Per eliminare questo effetto, viene utilizzato un altro tipo di filtro, il "2CR PC", in cui la sigla "PC" indica "Phase Corrected" ovvero, "con correzione di fase". Questo tipo di filtro presenta una minore distorsione rispetto al 2CR ma, trattandosi ancora di un filtro elettronico, causa ancora questo fenomeno. 

Gli strumenti più moderni utilizzano filtri con correzione di fase, come ad esempio il filtro gaussiano. Questi tipi di filtri riducono drasticamente la distorsione, anche se è possibile implementarli solo se il filtraggio viene eseguito da algoritmi matematici, ovvero da un'elaborazione informatica. 

In gran parte degli attuali strumenti informatici, i filtri analogici vengono simulati attraverso gli strumenti digitali in modo da stabilire una correlazione tra strumenti nuovi e vecchi.